Strategie di money management nel trading forex

Per avere successo nel mercato forex oltre alle strategie di trading è opportuno utilizzare le giuste strategie di money management. Queste strategie consentono di ottimizzare il proprio investimento sul mercato, garantendo sempre di abbassare il rischio del trading online pur lasciando invariata (o addirittura aumentata) la probabilità di ottenere profitti sostanziosi dal trading valutario. Le strategie di money management insegnano al trader quanto investire su ogni singola operazione. Potrebbe sembrare eccessivamente restrittivo come metodo per operare sui mercati, ma è proprio per questo che consente dei risultati così positivi.

Financead

Le gestione corretta del denaro

Il trading forex consente di ottenere un profitto a partire da una somma di denaro inizialmente depositata su un conto di trading. Il trader deve effettuare il deposito e decidere, passo per passo, quanto investire sulla singola operazione valutaria. Il money management consiglia sulla cifra da depositare inizialmente e poi indica, passo per passo, quanto investire sulle singole operazioni. Notiamo quindi che per quanto riguarda il deposito abbiamo solo delle indicazioni di massima, mentre per quanto riguarda i singoli investimenti abbiamo una precisa determinazione.

Torna su

Il deposito iniziale

Quanto depositare su un conto di trading? E' una domanda a cui non possiamo dare una risposta matematica, determinata da una precisa strategia di money management. La determinazione dell'investimento iniziale va fatta in considerazione di alcuni fattori. Prima di tutto è assolutamente necessario osservare che quanto inizialmente depositato non è il valore dell'investimento forex. E' un semplice trasferimento di denaro dal conto corrente al conto di trading. Questo denaro non è da riternersi in nessun modo investito (in effetti non vengono pagati interessi). Non ci sono profitti e non ci sono rischi fino a quando non lo si utilizza per operazioni concrete sul forex. Ovviamente questo è vero se si ha l'intelligenza di scegliere un broker forex di qualità, sicuro, onesto e affidabile.

Questa prima indicazione ci fa capire chiaramente che possiamo depositare con fiducia: Evitiamo di depositare la cifra minima che i broker accettano. Oltre al fatto che in questo modo ci desqualifichiamo parecchio agli occhi del broker, in questo modo rinunciamo anche ad uno quota consistente del bonus che di solito è strettamente legato a quanto depositato. Dunque il consiglio che il money management dà è di depositare il più possibile, anche in rapporto alla nostra situazione economica e patrimoniale.

Torna su

Operatività forex

Viene ora il momento di stabilire, operazione per operazione, quanto investire. In questo caso gli esperti si dividono, sostanzialmente, in due partiti. Il primo partito è quello dell'importo fisso. In questo caso si decide una somma (ad esempio, 20 euro) ed è questo l'investimento fisso su ogni operazione. Questo metodo ha il vantaggio di dare una rigorosa disciplina al trader e sappiamo bene quanto la disciplina aiuti soprattutto i trader meno esperti. Esiste però anche un'altra strategia di money management, che di solito funziona meglio. Questa strategia non fissa una cifra fissa ma relativa. in pratica indica di investire, ad esempio, il 5% del capitale totale su ogni operazione. Questo tipo di operatività è estremamente flessibile e garantisce anche che in caso di situazione favorevole si guadagni di più, in caso di situazione sfavorevole si perde di meno. Infatti se stiamo guadagnando, il nostro capitale aumenta e quindi aumenta anche la somma investita su ogni singola operazione, e dunque aumenta il profitto, in proporzione. Se invece siamo in una giornata no e stiamo perdendo, allora il capitale diminuisce e quindi le operazioni saranno fatte con un importo più piccolo, portando quindi ad una perdita più piccola.

Torna su

Gestione dei prelievi

Il money management si occupa anche della gestione dei prelievi dei profitti. Molti trader alle prime armi sono seriamente tentati di prelevare tutti i profitti appena realizzati ma non è una strategia giusta soprattutto se si vuole raggiungere l'obiettivo di vivere di trading. Quello che conviene fare è sempre determinare a priori quanta parte dei profitti si vuole prelevare e quanta lasciare sul conto perché possa essere utilizzata come capitale per le future operazioni. Questa decisione dipende dalla situazione finanziaria del trader e dalle sue necessità, ma il money management insegna comunque di non prelevare mai più del 50% di quanto guadagnato.

Torna su